Documenti

Il Corriere annuncia la catastrofe

«Le Calabrie e la Sicilia devastate dal terremoto» - "Messina in gran parte distrutta da un maremoto - Le terribili proporzioni del disastro" intitolava a tutta pagina il Corriere dando l’annuncio del Terremoto il 29 Dicembre 1908.

L’edizione del giorno successivo, listata a lutto, intitolava «Ora di strazio e di morte» e nei sottotitoli "Due città d’Italia distrutte - I nostri fratelli morti a decine di migliaia a Reggio e a Messina - I sovrani verso i paesi della sventura - La solidarietà dell’Itali nel dolore"

Il 31 Dicembre, tre giorni dopo il drammatico evento, il Corriere nel dare notizie di «Nuove scosse e nuovi lutti a Messina, a Catania, a Cariddi e a Riposto» riportava "I primi drammatici racconti dei superstiti di Reggio e di Messina" dando anche notizia del grave ritardo nei soccorsi e della drammatica situazione dei sopravvissuti: "Migliaia di feriti siciliani e calabresi senza soccorso e senza viveri".